fbpx

Canederli: il sapore inconfondibile del Trentino in tavola

0 Comments

Canederli: il sapore inconfondibile del Trentino in tavola

Ingredienti

  • Pane raffermo 200gr (dipende dal tipo di pane scelto)
  • Speck 100gr (si possono utilizzare anche degli spinaci)
  • Parmigiano
  • Farina 40gr
  • Uova 2 (ma dipende dalla grandezza)
  • Latte 150 ml
  • Cipolla (1 molto piccola)
  • Burro 30gr
  • Salvia
  • Sale
  • Pepe

Procedimento

Tagliare il pane a cubetti (non deve essere sbriciolato) e metterlo ad ammorbidire in una ciotola con il latte /freddo o a temperatura ambiente, non caldo),le uova sbattute (iniziate con una, poi aggiungere un tuorlo e il restante albume, ma solo se necessario) aggiungere sale e pepe macinato : l’impasto non deve risultare troppo liquido o morbido. Coprire e lasciar riposare per 60-90 minuti (dipende dal tipo di pane).
Rosolare lo speck tagliato a cubetti molto piccoli con la cipolla, anche quest’ultima tagliata a cubetti molto piccoli, in una padella con pochissimo burro, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.
(Per la versione con gli spinaci : lavare le foglie degli spinaci e metterle a cuocere in padella con poco sale fino a quando non risulteranno cotte, lasciar raffreddare e sminuzzare).
In una ciotola aggiungere a questo punto il pane ben strizzato, lo speck (o gli spinaci), il parmigiano grattugiato (Tenete da parte quello necessario per la spolverizzarli prima che vengano serviti), sale e pepe se necessario (assaggiate sempre l’impasto per capire se necessari): se l’impasto risulta troppo morbido aggiungere del pan grattato per asciugare.
Far riposare l’impasto ottenuto per altri 20-30 minuti.
Formare a questo punto i canederli che dovranno avere un diametro non superiore ai 6-8 cm (per aiutarvi tenere una ciotola con dell’acqua per bagnarvi le mani) passarli nella farina e teneteli in frigorifero giusto 10 minuti, il tempo per far bollire l’acqua (se avete a disposizione del brodo meglio ancora ovviamente) e per sciogliere il burro con la salvia.
Metterli a cuocer con delicatezza in una pentola capiente in modo che abbiamo modo di cuocere ben separati l’uno dall’altro.
Scolarli uno per uno con una schiumarola, dividerli nei piatti, bagnarli con il burro e salvia e spolverizzarli con il restante parmigiano grattugiato.
Servire caldi.
Cerchi un secondo piatto diverso? Non preoccuparti ne troverai sicuramente uno fra le mie ricette!

Vuoi guardare altre ricette? Cerca fra i primi piatti, ne troverai altre!

Non dimenticarti di mettere un LIKE alla mia pagina  per non perdere le prossime ricette!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *